IL BLOG DI BEPPE SUMMO: MUSICA, MATRIMONI E DINTORNI

Cosa fare con le clausole imposte?

Avete individuato la sala ricevimenti, spulciato il contratto, preso appunti e discusso a casa. Sapete che vi sono clausole che impongono il Dj della sala ricevimenti e, in caso di rinuncia dopo la firma del contratto, il pagamento di una penale.

E adesso?

Informate il ristoratore che non intendete avvalervi del suo DJ e chiedetegli di eliminare le clausole relative alla musica imposta e alle penali corrispondenti.

A questo punto, fategli siglare ogni cancellazione: basta una semplice firma (la sua, ovviamente), accanto ad ogni clausola cancellata e modificata, per dire addio a DJ improvvisati, soldi buttati e sorprese dell’ultimo minuto.

La firma accanto alla cancellazione è fondamentale, in quanto dimostrerà che tutto è avvenuto di comune accordo con il ristoratore.

Come mai tante accortezze? Vi svelo un piccolo trucco a cui ricorrono alcuni ristoratori per raggirare i giovani sposi.

Alcune sale ricevimenti hanno più proprietari, più soci che, a turno, contrattano con i vari clienti. Durante le visite alla struttura, i clienti parlano sempre con lo stesso socio e con lui si accordano per l’eliminazione della clausola riguardante la musica imposta. La clausola viene davvero eliminata, con una bella linea nera, nera…ma non vi è alcuna sigla accanto alla cancellazione. Eppure, si procede alla firma del contratto: “Tanti auguri, ci rivediamo tra qualche mese per gli ultimi dettagli”.

Ma, a pochi mesi dal matrimonio, per la prima volta, si presenta l’altro socio che, però, sembra cadere dalle nuvole: non sa nulla di cambiamenti alla musica, alle panali…per lui, gli accordi non sono validi! (Coooooooosa??!?!) In mancanza della firma a lato, infatti, il secondo socio si rifiuta di riconoscere legittima la cancellazione e torna ad imporre il pacchetto completo di musica e penali.

Con gli anticipi già versati, un contratto firmato, clausole e penali in bella vista, gli sposi sono con le spalle al muro. Questo accade realmente e, mi duole dirlo, anche abbastanza spesso.

Detesto insinuare che vi sia un “gioco” premeditato da parte dei ristoratori, però, ritengo legittimo avanzare qualche dubbio.

Possibile che due soci della stessa struttura non si aggiornino sulle richieste dei loro clienti? Possibile che non parlino neanche delle modifiche ai servizi che loro devono prevedere? Cosa pensare: che i ristoratori mi stiano truffando o che siano disorganizzati ed incompetenti? E in quest’ultimo caso, Dio solo sa cos’altro potrebbero dimenticare il giorno del mio matrimonio!

Ma perché qualcuno dovrebbe opporsi alla cancellazione delle clausole imposte?
Chiaramente per un tornaconto economico. Nessuno vuole rinunciare a delle clausole vantaggiose e lucrative perciò, di fronte a clienti avveduti, si cerca ogni stratagemma per fare cassa.

Siate attenti dunque: occhio alle clausole relative alla musica, alle eventuali penali e a come le cancellate. Siglate con la firma del ristoratore a lato dei punti cancellati o modificati.

E… ricordate, finché c’è musica, c’è vita!

Nel prossimo post vi darò dei suggerimenti relativi allo svolgimento del ricevimento: ogni dettaglio va definito in anticipo, già in fase di stipula del contratto, ricordate?

Cosa ne pensate di chi impone la musica al vostro ricevimento? Vi è mai capitato di partecipare ad un matrimonio in cui il Dj era stato imposto dal ristoratore?

Questo articolo è stato inviato nelle categorie: Firmare il contratto perfetto, Musica, Sala ricevimenti: un matrimonio senza brutte sorprese, Vademecum and tagged , , , , , , , . Questo permalink ti permetterà di ritrovare sempre questo articolo.

Questo blog è uno spazio per condividere, liberamente e senza filtri, esperienze e ricordi sul mondo dei matrimoni. Fatelo vostro e prendetevene cura con responsabilità, per guidarne le sorti.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi. L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Post a Comment

Your email is never published nor shared. Required fields are marked *

*
*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>