IL BLOG DI BEPPE SUMMO: MUSICA, MATRIMONI E DINTORNI

Occhio alle penali

Nel post precedente ho svelato la cattiva abitudine di alcuni ristoratori di prevedere nel contratto servizi legati alla musica e di imporli ai futuri sposi. Spesso si tratta di Dj poco professionali, ragazzi che per arrotondare lavorano nel fine settimana.

Fortunatamente, si tratta solo di una minoranza: non tutti i ristoratori si avvalgono di Dj alle prime armi né rifilano dei contratti con clausole imposte. Tuttavia, è mia premura mettervi in guardia da chi si preoccupa solo dei propri interessi, trascurando i desideri e i sogni degli sposi.

C’è un’altra clausola del contratto a cui prestare molta attenzione: la penale relativa al Dj.

Alcuni ristoratori, infatti, non si limitano ad imporre la propria musica al vostro matrimonio ma vanno oltre: impongono anche una penale, il cui ammontare può variare dai 300 ai 1500 euro!

I ristoratori prevedono la penale per due ragioni. Anzitutto, la considerano un “risarcimento”, nel caso in cui gli sposi accettino il Dj della sala ma, in seguito, cambino idea. Fin qui nulla da obiettare: richiedo un servizio ma non rispetto un’obbligazione e causo un danno all’altra parte.

La seconda ragione, invece, mi lascia molto perplesso.

Ipotizziamo che gli sposi non vogliano il Dj della sala ricevimenti. Nel contratto, quindi, il servizio del Dj viene eliminato. Tuttavia, il ristoratore mantiene la clausola relativa alla penale. Perché?

Il ristoratore considera la penale come un pagamento per un probabile, futuro, intervento del suo DJ. Mi spiego meglio. Può capitare, infatti, che sia il musicista scelto dagli sposi a “bidonarli” il giorno del ricevimento. In questo caso, il ristoratore corre in aiuto e ha già pronto il suo Dj e, dato il mancato preavviso, scatta la penale.

Questa è la motivazione che tutti i ristoratori presentano per costringervi ad accettare la penale, considerata una specie di assicurazione musicale, vogliate o no il loro Dj.

Tuttavia, questa storiella non mi ha mai convinto del tutto, per almeno due motivi.

Prima di tutto, non mi è chiaro, infatti, perché gli sposi debbano pagare la sala ricevimenti per sopperire ad una mancanza che non li riguarda. Ovvero: se il giorno del matrimonio dovesse mancare, ad esempio, il fotografo…spetta al fotografo stesso mandarmi un sostituto oppure alla sala ricevimenti? L’assenza del fotografo, del fiorista, perfino del coro in chiesa, non riguarda il ristoratore. E io non sono tenuto a pagargli alcuna assicurazione o penale che sia.

Secondo: se ho rifiutato i loro servizi musicali, perché dovrei lasciare all’interno del contratto una penale relativa proprio a quei servizi che io non volevo? Ora, non sono un avvocato (e chiedo aiuto a chi di voi lo è) ma non si rasentano i limiti di una truffa?

Immaginate di essere voi gli sposi ai quali viene imposta la penale. Come vi comporterete? Accetterete la penale? Accetterete il DJ? Andrete in un’altra sala ricevimenti?

Nel prossimo post, vi suggerirò come uscire dal raggiro della penale senza pagare un centesimo di più!

E… ricordate, finché c’è musica, c’è vita!

Qualcuno di voi ha già visionato un contratto con la sala ricevimenti? Raccontatemi la vostra esperienza.

Questo articolo è stato inviato nelle categorie: Firmare il contratto perfetto, Musica, Sala ricevimenti: un matrimonio senza brutte sorprese, Vademecum and tagged , , , , , , , , . Questo permalink ti permetterà di ritrovare sempre questo articolo.

Questo blog è uno spazio per condividere, liberamente e senza filtri, esperienze e ricordi sul mondo dei matrimoni. Fatelo vostro e prendetevene cura con responsabilità, per guidarne le sorti.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi. L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Post a Comment

Your email is never published nor shared. Required fields are marked *

*
*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>