IL BLOG DI BEPPE SUMMO: MUSICA, MATRIMONI E DINTORNI

Prendete appunti

Nel post precedente, ho sottolineato l’importanza di vagliare diverse opzioni prima di scegliere la sala ricevimenti perfetta: visitate più location appartenenti a diverse tipologie di struttura (minimo tre).

Questo perché è bene non affrettarsi nella conclusione del contratto con la sala ricevimenti. Ricordate che siete voi a scegliere loro e non il contrario.

L’ideale sarebbe che, per ogni struttura visitata, fosse possibile portarsi a casa il contratto per leggerlo in tutta tranquillità, studiandolo punto per punto.

Tuttavia, è difficile che vi venga concessa questa possibilità.
Perché? Hanno qualcosa da nascondere secondo voi? E quali sono le clausole del contratto che non vogliono mostrarvi prima della firma?

Per questo, alle coppie che mi chiedono consigli, suggerisco di recarsi agli appuntamenti con i vari ristoratori muniti di carta, penna ed una buona dose di pazienza (e di pignoleria!).

Se il contratto non viene consegnato prima della firma per visionarlo a casa, fatevi offrire un caffè e nel tempo necessario a sorseggiarlo, leggete le clausole, una per una, così come si fa dal notaio per l’acquisto di una casa. Ricordate che una svista può compromettere il ricevimento.

Appuntate tutto ciò che ritenete dubbio o meritevole di approfondimento, esattamente come compare nel contratto. Annotate anche le promesse fatte a voce dal ristoratore perché quando sarà tempo di firmare il contratto, avrete modo di aggiungerle e farle rispettare. Non tralasciate neanche le clausole scritte in piccolo, spesso causa di brutte sorprese. Scrivete anche gli argomenti lasciati in sospeso e da affrontare nella visita successiva.

Questi potrebbero sembrarvi consigli maniacali ma non lo sono affatto. Vi è mai capitato di prendere accordi a voce e non vederli rispettati? Lo stesso può accadere con alcuni ristoratori e nel corso di tutti questi anni passati tra una sala e l’altra, ne ho viste di tutti i colori. Un esempio su tutti: un ristoratore aveva riservato lo stesso giorno a due matrimoni diversi. Uno da svolgersi all’interno, l’altro all’esterno. Peccato che entrambe le coppie ignorassero il tutto. L’arrivo di una pioggia improvvisa svelò il misfatto e il ristoratore, avendo un’unica sala, non ebbe altra idea se non unire le due feste, con buona pace di invitati, fotografi, musicisti e spose in lacrime.

Per evitare spiacevoli disguidi, perciò, prendete nota degli aspetti incerti del contratto e rivedeteli in un secondo momento.

Nel prossimo post vi mostrerò su quali clausole prestare attenzione quando si esamina un contratto con la sala ricevimenti.

E… ricordate, finché c’è musica, c’è vita!

E a voi è mai capitato di firmare un contratto con una sala ricevimenti e a distanza di mesi avere delle brutte sorprese? Raccontate la vostra esperienza ai futuri sposi del blog.

Questo articolo è stato inviato nelle categorie: Firmare il contratto perfetto, Il giorno del matrimonio, Musica, Sala ricevimenti: un matrimonio senza brutte sorprese, Vademecum and tagged , , , , , . Questo permalink ti permetterà di ritrovare sempre questo articolo.

Questo blog è uno spazio per condividere, liberamente e senza filtri, esperienze e ricordi sul mondo dei matrimoni. Fatelo vostro e prendetevene cura con responsabilità, per guidarne le sorti.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi. L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Post a Comment

Your email is never published nor shared. Required fields are marked *

*
*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>